Rigo marmi

Nel 1934 Giovanni Rigo si trasferisce da S. Ambrogio di Valpolicella (località veronese famoso oltre che per la qualità del suo vino, anche per l'industria legata al settore lapideo) a Milano, dove inizia l'attività di scalpellino e marmista.

Nel 1934 Giovanni Rigo si trasferisce da S. Ambrogio di Valpolicella (località veronese famoso oltre che per la qualità del suo vino, anche per l'industria legata al settore lapideo) a Milano, dove inizia l'attività di scalpellino e marmista. Nel 1948, insieme ai figli, fonda il laboratorio di marmi e graniti Sergio Rigo in Via Giovenale n° 3 a Milano, destinato a diventare punto di riferimento fondamentale per la produzione e il commercio dei materiali lapidei. Imprese di costruzioni, artigiani, progettisti e architetti cominciano così a frequentare sempre più volentieri il laboratorio, con la certezza di essere serviti con competenza e professionalità. Negli anni del boom economico l'azienda si espande ulteriormente conquistando sempre più importanza nel mondo dell'industria di Milano e provincia. Il laboratorio arriva ad avere così una superficie di 3.900 mq, una dimensione alquanto insolita per essere in pieno centro cittadino. Gli anni '80 segnano per l'azienda il momento di espansione, oltre che nel mercato nazionale, anche in quello internazionale con l'apertura di filiali in Libia ed in Arabia Saudita nonchè depositi a Carrara e Verona. Nel 2000 nasce la società Rigo Marmi Contract, rivolta a soddisfare le esigenze di una clientela alla ricerca di una realtà "global service" con servizi di fornitura e posa in opera "chiavi in mano" di prodotti lapidei, mosaici e onici in qualsiasi location del mondo.